Questo sito contribuisce alla audience di

Aforismi di Andrea Bidin

Impiegato/studente, nato a milano (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Poesie e in Racconti.

Scritta da: Andrea Bidin
Anche il non scrivere è una forma d'espressione, da sbattere in faccia a coloro che ti hanno scambiato per una rivista settimanale, e che si aspettano una pubblicazione costante delle tue opere.
L'arte creativa non ha obblighi ne impegni, è libera come l'animo dell'uomo. Tutti coloro che la vogliono serializzare possono tranquillamente andare a farsi fottere.
Andrea Bidin
Composta mercoledì 8 giugno 2011
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Andrea Bidin
    La ricerca dello stile è un intendo lodevole, contrasta la mercificazione e la semplificazione linguistica in atto. Ma sfociare nel narcisismo e di conseguenza nell'elitarismo è un atteggiamento controproducente: non solo per il giudizio che il lettore si fa dello scrittore, ma anche e soprattutto per la vera qualità del libro da esso creato.
    Sfruttare una maschera di qualità per nascondere un contenuto povero e prevedibile è la nuova frontiera della letteratura mondiale? L'impoverimento linguistico in atto non si può combattere così, non voglio crederlo.
    Andrea Bidin
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Andrea Bidin
      Il demone razionale e livellatore definito "mercato" contro l'eroe forse un po' imbolsito che rappresenta la creatività individuale.
      Una battaglia che definire senza tempo sarebbe pura utopia.
      Una battaglia che definire impari è semplice normalità.
      Una battaglia che definire chiusa è assurda e conformistica eresia.
      Andrea Bidin
      Vota la frase: Commenta
        Scritta da: Andrea Bidin
        Io.
        Se Io. Ora venissi li da te e ti mandassi a fare in culo, cosa penseresti?
        Penseresti d'essere stato considerato in maniera erronea dal sottoscritto?
        Penseresti che sono un coglione e mi insulteresti a vicenda?
        Subiresti l'offesa offrendomi un semplice gesto di sdegno?
        Crederesti che mi sia rivolto alla persona sbagliata?
        Penseresti che in fondo sono solo l'ultima persona delle tante che se l'è presa con te senza motivo?
        Proveresti a reagire fisicamente all'offesa?
        Mi considereresti semplicemente un disadattato mentale?
        Ti sentiresti vittima degli eventi?
        Proveresti disgusto per il sottoscritto al quale elargiresti indifferenza?

        O, molto più semplicemente,
        capiresti che forse sarebbe il caso di mantenere la calma per poter comprendere il motivo di quella mia affermazione?
        Ovvietà? No.
        Al giorno d'oggi è un privilegio porsi questi dubbi.
        Davvero, non capisci ciò che intendo?
        Ma svegliati, cazzo!
        Andrea Bidin
        Composta martedì 3 agosto 2010
        Vota la frase: Commenta