Questo sito contribuisce alla audience di

Racconti


Scritto da: Monica Cannatella
Si vide bambina... a cavalcar le onde pur avendone paura. Si vide piccola, ma non indifesa... perché a dover stare in guardia aveva imparato tanto tempo prima. La vita è così! Un giorno giochi con le bambole e quello dopo scappi dai lupi. E si vide fanciulla... i lupi li aveva presi a calci in... [continua a leggere »]
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Monica Cannatella

    Il bambino senza nome

    Il primo giorno che ho visto la luce, non è stato felice per me. Ecco cosa dirò raccontando la mia vita ai miei figli un giorno... Perché un giorno vorrei averne almeno due o tre, per mostrare alla vita e a chi la vita ha cercato di togliermela, che io, ce l'ho fatta contro ogni aspettativa. A... [continua a leggere »]
    Composto martedì 21 giugno 2016
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Antonio D.

      Partenze d'infanzia

      Sento ancora l'ansia che trasmetteva mia madre ogni qualvolta si dovesse partire. Si giungeva in stazione con un'ora di anticipo perché lei diceva: "il treno non aspetta". E quando in lontananza tra sbuffi, fumo e vapore cominciava a prendere forma la sagoma nera e imponente della locomotiva, il... [continua a leggere »]
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Lorenzo Bazzoni

        One year from now

        Uscì di casa per la prima volta in un anno, socchiudendo dolorosamente gli occhi invasi dagli ultimi raggi d'un sole morente che affogava piano piano nell'orizzonte.
        Tutto le parve mostruosamente irreale dato che, nel suo isolamento, aveva obliato il concetto di colore.
        Ai suoi occhi disabituati...
        [continua a leggere »]
        Vota il racconto: Commenta
          Scritto da: Manuel Corato

          Battaglie

          Era seduto accanto a me, come sempre, da quando si era rotta la sua macchina non mi concedeva un secondo di pace. A lui dovevo troppo, tutto, perciò mi ritrovai costretto a fargli da tassista la mattina. Il traffico allagava le strade, m. C. era solito urlare "Se trovo sto cazzo di rubinetto che... [continua a leggere »]
          Composto giovedì 9 giugno 2016
          Vota il racconto: Commenta