Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Cos'è più scorretto, mostrare la propria croce..." di Antonino Gatto


74
postato da , il
Ragazzi, mi permettete un'ultima parola?
Teniamocelo ben stretto il nostro Crocifisso perchè dall'aria che tira(più o meno gelida come quella di stì giorni)mi sa che arriveremo a un punto che saremo costretti a credere in Qualcuno che ci verrà imposto. Non denigriamo troppo le formidabili radici del Cristianesimo.Veniamo definiti gli "infedeli". Il scemare della nostra Identità viene biasimato dagli altri popoli.Noi "ospitiamo", "comprendiamo" e "concediamo" ma poi che cosa accadrà quando la nostra libertà ideologica verrà meno, se non annullata?
73
postato da yeratel, il
Scusa Antonino, il tuo punto di vista è nobile sicuramente... ma se proponi una frase che coinvolge la religione, devi mettere in conto qualche piccolo disaccordo, per motivi religiosi ci sono state stragi, non si puo' quindi pretendere il piu' pacato tono esistente di dialogo... sopratutto quando leggo opinioni come quella del commento n.70 del GianTavazzani... rispetto chi ha opinione differente dalla mia sino a chè queste persone non iniziano a giudicarmi... penso che in argomentazioni religiose non sia possibile non "giudicare" partendo dal presupposto che certe religioni sono abbracciate con assoluto estremismo!
72
postato da , il
Credo che sia opportuno riportare nuovamente il mio commento 62, per chi non lo avesse letto, e ripartire da una critica più costruttiva...

Cari Tutti, ecco il mio personale parere.
Io credo che nessuno di noi esseri viventi, sia veramente in grado di dare giudizi su cosa sia veramente giusto o meno, perché ognuno di noi esprime un personale parere costruito sulle basi di esperienze personali vissute, quindi confermo e credo fortemente, che non occorre essere schierati in favore di una specifica ideologia per avere la certezza di essere dalla parte del giusto, perché vi sono, e questi commenti ne sono l' esempio, persone Atee nel loro credo, che comunque, hanno dei principi morali molto umili, e dimostrano una forte grandezza di spirito, nei confronti delle altre persone.
Certo è che siamo tutti condizionati in ogni istante della nostra vita, da due forze che determinano i nostri comportamenti, quelle del Bene e del Male, ecco perché credo che il vero valore di una persona sia direttamente proporzionale dalla prevalenza di una di queste due forze, e di come le scelte di ogni individuo siano maggiormente condizionate da una o dall' altra, determinandone il proprio comportamento, nei confronti di se stessi, degli altri, e del rispetto del pianeta e di tutto ciò che ci circonda.
Le dottrine spirituali, possono solo influenzare la nostra propensione a far prevalere la forza del bene, poiché in esse è dimostrato che il bene ha portato ad un evoluzione, ed alla civiltà, mentre il male solo a guerre e distruzione.
Quindi forse la saggezza di ogni essere umano, potrebbe misurarsi sulla base delle proprie opere, frutto di scelte fatte seguendo il principio dell' amore e del rispetto, o dell' odio e del disprezzo.
Questo è il mio umile pensiero, ma non è detto che sia quello giusto...
71
postato da , il
Cari Tutti,
vedo che molti commenti esprimono il disaccordo di pensieri altrui, e questo è sicuramente, e fortunatamente un nostro diritto, ma forse bisognerebbe soffermarsi un attimo, per cercare di capire cosa succedesse se dovessimo abitare tutti sotto lo stesso tetto. Questo comportamento non gioverebbe a nessuno, ma forse renderebbe il clima sempre più rovente. Forse noi tutti dimentichiamo, che comunque abitiamo tutti nello stesso mondo, e se siamo indifferenti o peggio ancora ostili, nei confronti del prossimo, forse un giorno i nostri figli dovranno fare i conti con la conseguenza delle nostre scelte.
Ecco perché forse io, ho speso qualche parola in più per cercare di capire il vero motivo per cui alcune persone, con idee completamente divergenti dalle mie, facevano alcuni commenti, e anche se non sicuro del risultato, ho cercato di capire, o farmi capire, usando un tono moderato, perché conoscendo un pizzico in più di storia del mio interlocutore, forse avrei potuto fare qualcosa per giustificarlo, inizialmente, e poi se fosse, fargli capire il perché delle mie convinzioni, lasciando ad ognuno, la possibilità di valutarle, e giustificarle, o condividerle in parte.
Questo mi sembra il modo migliore per convivere pacificatamente sotto lo stesso tetto, e forse iniziando a comportarci in questo modo, potremmo trarne tutti dei benefici.
Vi ringrazio nuovamente per i vostri commenti, invitandovi a seguire un tono di discussione pacifica, e non di ostilità, visto il tema, che se non moderato, potrebbe creare disappunti concreti fuori controllo, e divergenti dalle mie aspettative. Grazie a Tutti per la vostra comprensione!
70
postato da yeratel, il
Nel commento 88 non sbagli ed io da sbadato sbadiglio sul gradiente... a proposito di gradiente, vedo che fai collezzione di meno sul commento 89... visto che ti piacciono tanto ti dò pure il mio, ringrazia che ti porto a -4, ha ha ha!!!!!

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti