Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Cos'è più scorretto, mostrare la propria croce..." di Antonino Gatto


54
postato da , il
Che tristezza quel misto di ignoranza, vigliaccheria e pigrizia intellettuale di chi tuttora 'crede'!
53
postato da , il
Caro Antonino, ringrazio Dio perchè, tra le innumerevoli meraviglie, ha creato persone come te, capaci di tanta profofondità di pensiero e di sentimento.
52
postato da , il
Cara Roberta,
sono troppo piccolo, per pensare che tutto quello che noi viviamo, il mondo, il mare, la terra, il sole e le tempeste, la donna, l' uomo, tutti gli esseri viventi, e le loro storie, la natura ed il suo splendore, siano solo il frutto di un evoluzione della specie.
Sono troppo piccolo per pensare che ogni giorno ho superato tutte le mie tempeste, da solo, senza l' aiuto di nessuno.
Sono troppo piccolo per credere che la mia esistenza sia solo il frutto del caso, che ogni istante, miglioni di cellule lavorino dentro di me, per permettermi di vivere in questo mondo meraviglioso, senza il volere di qualcuno.
Sono troppo fragile per vivere senza credere che qualcosa o qualcuno, è sempre al mio fianco a sostenermi nel cammino ed illuminarmi la via.
Io non posso vivere senza questa ancora, senza questa speranza, e anche se non vivo la mia fede, come un perfetto credente, io porto dentro di me, un amore che mai e poi mai mi abbandonerà, perché è la fiamma che mi tiene in vita.
Questo sono io e rispetto e ammiro anche chi ha la forza di
vivere senza tutto questo...
51
postato da , il
Grazie Antonino per il tuo bellissimo intervento che penso ci metta veramente tutti d'accordo.A mio avviso il tuo ragionamento è perfetto e conduce ad una conclusione logica. Tu premetti dicendo che noi esseri umani non siamo in grado di stabilire cosa sia veramente giusto o meno. Poi ammetti l'esistenza di due forze: il Bene e il male. Ammettere l'esistenza di due valori assoluti contrapposti equivale ad ammettere l'esistenza di una coscienza in grado di discernerli perfettamente. E, se discernere perfettamente il bene dal male non è prerogativa umana,stai ammettendo l'esistenza di una Coscienza Superiore e quindi di DIO. Ho capito bene?
50
postato da , il
Cari Tutti, ecco il mio personale parere.
Io credo che nessuno di noi esseri viventi, sia veramente in grado di dare giudizi su cosa sia veramente giusto o meno, perché ognuno di noi esprime un personale parere costruito sulle basi di esperienze personali vissute, quindi confermo e credo fortemente, che non occorre essere schierati in favore di una specifica ideologia per avere la certezza di essere dalla parte del giusto, perché vi sono, e questi commenti ne sono l' esempio, persone Atee nel loro credo, che comunque, hanno dei principi morali molto umili, e dimostrano una forte grandezza di spirito, nei confronti delle altre persone.
Certo è che siamo tutti condizionati in ogni istante della nostra vita, da due forze che determinano i nostri comportamenti, quelle del Bene e del Male, ecco perché credo che il vero valore di una persona sia direttamente proporzionale dalla prevalenza di una di queste due forze, e di come le scelte di ogni individuo siano maggiormente condizionate da una o dall' altra, determinandone il proprio comportamento, nei confronti di se stessi, degli altri, e del rispetto del pianeta e di tutto ciò che ci circonda.
Le dottrine spirituali, possono solo influenzare la nostra propensione a far prevalere la forza del bene, poiché in esse è dimostrato che il bene ha portato ad un evoluzione, ed alla civiltà, mentre il male solo a guerre e distruzione.
Quindi forse la saggezza di ogni essere umano, potrebbe misurarsi sulla base delle proprie opere, frutto di scelte fatte seguendo il principio dell' amore e del rispetto, o dell' odio e del disprezzo.
Questo è il mio umile pensiero, ma non è detto che sia quello giusto...

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti