Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Cos'è più scorretto, mostrare la propria croce..." di Antonino Gatto


4
postato da yeratel, il
Il fatto di rimuovere un crocifisso da una scuola o da un qualunque altro luogo, come del resto rimuovere una moschea o un qualsiasi altro luogo o simbolo di culto, non mi sembra così grave... le ingiustizie, gli imbrogli le persecuzioni ed il dolore sono causati da ben altre imposizioni piu' meschine e bieche di una semplice richiesta di rimozione... ordunque vorrei dire che chi ha il tempo di lamentare un "ingiustizia" per la presenza di un semplice "simbolo", stà a dimostrare un egoismo, un insensibilità ed un indifferenza verso le esigenze ed i problami altrui... tanta energia "religiosa" se fosse orientata verso il volontariato, l'aiuto del prossimo oppure ad un semplice gesto come raccogliere la carta da terra, non si darebbe un contributo migliore invece di "smarronare" e smuovere un tribunale per decidere cosa appendere ad un chiodino sopra la cattedra????
3
postato da , il
Io non so se credo o no, sono diventata negli anni una specie di laica.
Ma credo che il crocifisso appeso non dia poi fastidio a nessuno. Credo che ogni religione, idea politica debba essere rispettata. Un crocifisso non è un’imposizione ma è una tradizione di un forte credere per molti. Per molti è diventata una questione di principio.
La croce c’é sempre stata, perché una persona qualsiasi per protesta deve riuscire a ribaltare il mondo?
Paese che vai  tradizione che trovi e tale tradizione, tale credere, deve essere rispettata al di là di tutto.
2
postato da , il
Mi piacerebbe conoscere le vostre opinioni sull' argomento, che tanto ha fatto discutere in questi giorni, e che sicuramente supportata da validi motivi, genererà comunque pareri discordi.
Forse anche questo è un modo per aiutare chi di dovere a prendere una decisione definitiva che rispecchia la volontà della maggioranza delle persone...
1
postato da , il
E' corretto vivere rispettando la VITA di tutti. Il problema - GRAVE - è che spesso è inconciliabile il modo di vivere di chi ha una fede e di chi ne ha un'altra o nessuna ...

Io vivo rispettando tutti e cercando di rispettare i contesti in cui mi trovo il più possibile. Non vado in posti dove non posso rispettare le regole, a meno di non essere quantomeno tollerata ... Lo stesso pretendo dagli altri ...

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti