Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Cos'è più scorretto, mostrare la propria croce..." di Antonino Gatto


14
postato da , il
Religiosità è intimità.Preghiamo in casa!
Ops..questa la scrivo in "dillo in 6 parole" :)))
13
postato da , il
Fino a prova contraria lo stato italiano e' laico : mi pare sia ben specificato nella costituzione: questo significa, a mio parere, che ogni persone che ci vive e' libera di professare il credo religioso che piu' la convince. Non e'  corretto imporre niente quindi non ritengo sia giusto esporre il Crocefisso nei luoghi pubblici: chi e' Cristiano nel senso stretto del termine il proprio credo lo vive ogni giorno secondo gli insegnamenti di Gesu, piu' che di santa romana chiesa! Posso solo aggiungere che ho contatti giornalieri con persone di diverse religioni e che una signora mussulmana, guardando la Croce, mi ha detto: E' uno dei nostri piu' grandi profeti!
12
postato da , il
pienamente d'accordo con Giosc..è da lì che comincia il rispetto...
11
postato da , il
Mostrare la propria croce non è certo un'offesa. Ma neanche mostrare altri simboli di altri credo ...

E' mostruoso imporre la propria croce anche in chi in quella non crede ... E' mostruoso chiedere a me che non sono cristiana di recitare il Padre nostro o l'ave Maria o che altro.

Io, e molti altri, siamo cittadini italiani e quindi europei, ma non siamo cristiani. Perchè io ho dovuto "subire" l'imposizione dell'indottrinamento cattolico a scuola?
10
postato da , il
La similitudine delle 3 religioni monoteiste sfociano in una sconcertante ugualianza...il dividere.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti