Questo sito contribuisce alla audience di

Giochi di parole


Scritta da: Giuseppe Catalfamo
in Umorismo (Giochi di parole)
Pensieri e Parole, nuova gente.

Non obbediamo a nessun Patruno né cediamo a Porfidia.
Un Toffali nel Marimare,
ci si Rolla una Diana un goccio d'Absenthia e via.
La mia personalità d'Urso muta in mon Cherì.
Non v'è bisogno di Grimoldelli per Cavarra ragni dal buco.
Cherubini per Giosc credo di pensare.

Pensieri e Parole i miei compagni di viaggio.

Franco e rilassato come fossi al Guglielmino hotel
in uno Shalet al Sol di Spartà.
La Pazza mente Cullen esclusivamente Concetta
(forse non oggettivamente) limpidi e Bonomi al cuore.
Sarotti quel che Sarah ma fluide come acqua di Roggio
sento le parole e Betti i pensieri.

Pensieri e Parole, quante volte ci si muove come artisti.

Valerio chi Fa lo Scrittrice senza Eclissi di pensieri.
Il mio credo simil Retico può esser Odiosa,
mai Borbone comunque.
Anche allo Stremiz sempre Illesi i miei pensieri.
Come fossi nel confessionale di Don Juan,
come davanti alla corte lo giuro sulla sacra Brussa.

Pensieri e Parole è proprio come vivere, sensi e controsensi.

Giusva crederci,
non costa Mirka molto esser Baron nel cuore.
Tanto di Cappelli a chi non Fa il Gatto col topo
che va al Formiggini,
a chi senza tante Manfrè,
è Bianco e Cavalera nell'animo.

Pensieri e Parole, Omega e Parisi a tutti. Smack.
Composta sabato 20 giugno 2009
Vota la frase umoristica: Commenta
    Scritta da: Giuseppe Catalfamo
    in Umorismo (Giochi di parole)
    Era l'Albania di una Dominica mattina
    partimmo per una vacanza col mio amico Mauritius.
    Avevamo le Nepal piene della città, l'Ossezia del lavoro
    cercavamo l'El Salvador senza Timor Est.
    Giunti a destinazione mi colpì una Fiji Brunei niente Mali
    ricordo che aveva delle Gambia statuarie.
    In un attimo fui tutto Sudan,
    Franciamente anche Honduras nei Paesi Bassi.
    Pensai: "mi Gibuti a pesce".
    Mi Armenia di coraggio e cantando in me una dolce Lituania le dissi
    - "Scusa se oso meraviglia, puoi Vietnam qui un secondo, sei Libia?"
    Lei voltandosi Siria rispose
    - "No Vanuatu, sono e sarò sempre Liberia"
    e Angola aggiunse: "sempre sti Portogallo, che Barbados"
    La vacanza trascorse senza Paraguay...
    Perù, tornati a casa Mauritius mi disse
    - "Ricordi quella gran Fiji coi capelli Brunei? Bhè, ci son stato a Lettonia"
    - "Kazakistan, Malawi a te" esclamai "ma Kuwait?"
    - "Quella sera che cenasti in cabina andai da lei nella camera Antigua.
    Fui Nuova e Zelanda con lei, le offrii una Macedonia
    le chiesi se potevo per Togo porle un quesito.
    Lei permise e le domandai se accettava 500 euro come omaggio...
    Lei non esitò e sorridendo rispose:
    Malta, Malta, ora sono Botswana ma quando ero Buthan bastava molto meno".
    Composta domenica 14 giugno 2009
    Vota la frase umoristica: Commenta
      Scritta da: Salvo Incardona
      in Umorismo (Giochi di parole)
      Definizione di me stesso: estremamente carino, estremamente orgoglioso, estremamente sicuro, estremamente dolce, estremamente riflessivo, estremamente sensibile, estremamente superficiale, estremamente bastardo, estremamente curato, estremamente voglioso, estremamente egoista, estremamente altruista, estremamente estroverso, estremamente empatico, estremamente presuntuoso, estremamente egocentrico, estremamente insicuro, estremamente accattivante, estremamente affascinante, estremamente sognatore, estremamente tosto, estremamente paziente, estremamente pazzo, estremamente fragile, estremamente permaloso, estremamente fine, estremamente calmo, estremamente bravo, estremamente cinico, estremamente puntiglioso, estremamente... estrema mente!
      Vota la frase umoristica: Commenta