Questo sito contribuisce alla audience di

Scena d'autunno

Un noioso pomeriggio d'autunno, un vento furibondo strappa una piccola foglia ingiallita dal ramo di un appassito albero, cadendo in una pozzanghera, dove saltellava una granocchiella, che vede arrivare la foglia dal cielo, e salta sopra per fare bagno nella calda luce del sole. Momenti magici della serenità. La piccola gialla foglia galleggia dolcemente, la rana è solleticata di calducci raggi di sole, e la pozzanghera di tiepida acqua piovana rispecchia una piccola parte d'immenso cielo. Il vento se ne accorge questo meraviglioso idillio e spregiandoli soffia più energicamente. L'acqua trabocca dalla bozza, la foglia galleggia impazzita, la rana spaventata resta immobile. Il vento annoiato dal suo gioco spregevole e si sposta fischiettando a soffiare altrove. L'acqua rientra nello stagno, la foglia galleggia mite, mentre la sventurata rana si guarda in torno e con un agile salto scompare nel mezzo di cespugli fitti.
-ed io mi fermo qui a scrivere restando senza della mia principale protagonista. -.
Composto martedì 8 settembre 2015

Immagini con frasi

    Info

    Commenti

    3
    postato da , il
    Che bel racconto! immagino tutta la scena e la delusione della scrittrice che rimane senza protagonista...ma lascia una dolce immaginazione al lettore che ne godrà soddisfatto. :)
    Ciao
    2
    postato da , il
    Bella, curata in ogni piccolo dettaglio. :-)
    1
    postato da , il
    In "Scena d'autunno", vedi come protagonista la raganella, che sopra la foglia gode del tiepido sole: eserciti il tuo solito magnetismo,che sottolinea l'importanza delle piccole cose.Ciao Klara.

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:10.00 in 3 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti