Questo sito contribuisce alla audience di
Scritto da: Rossella Porro

Per te

Bella, eri così bella. Ora dalla tua pelle sottile riesco a distinguere una ad una le tue ossa. Ti guardo dormire e ho paura di toccarti, mi rendo conto di quanto tu sia fragile. Mi è così difficile capire. Una volta mi hai detto che con me si poteva parlare perché io capisco le persone, ma guardandoti credo di non capire. Detesto la solitudine che ti sei creata intorno. Vorrei dirti tante cose, avrei voglia di convincerti che non è vero che sei sola. La vita ti ha già tolto molto e oggi continua a toglierti ancora molto. Mi spaventa la tua paura di vivere che è più forte di quella di morire. Odio il tuo esserti arresa. Il dolore della morte, dell'assenza non può vincerti. Conosco il dolore, ma non accetto che di esso si possa morire. Non chiedermi di insegnarti come si fa, non ne sarei capace, ma posso solo ascoltarti. Non conosco parole magiche che possano ridarti la gioia di vivere, ma ti prego tenta perché nessuna vita deve andare perduta. Hai il dovere di essere felice, forse non lo sarai oggi, né domani, ma un giorno ti accorgerai che il dolore sarà diventato una sottile nota malinconica in un punto nascosto dell'anima e resterà lì ferma, e ogni tanto si farà sentire, ma che intorno a te ci sarà altra musica da ascoltare.

Immagini con frasi

    Info

    Scritto da: Rossella Porro

    Commenti

    Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati