Questo sito contribuisce alla audience di

I fratelli


Scegli la pagina:
Ricordi di un tempo, quando ho trascorso l'estate nel mio paese Natale, dove incontrai vecchi amici, cari vicini di casa, con chi da bambina a piedi nudi giocavamo dalla mattina alla sera per la strada, e stanchi e affamati come lupi tornammo a casa e dormivamo come gli angeli.
Ed ognuno di noi crescendo, ha preso la sua strada,
come i due fratelli, che li vedo tutti i giorni passare davanti a
casa mia, brilli completamente, per le difficoltà e gli insuccessi, delusioni della loro vita, che diventano alcolizzati.
Mi riconoscono lo stesso, mi abbracciano, e mi chiedono, "come
stai?, quanto tempo resti?", e sono felici che siamo incontrati.
Il maggiore, Tomi è di poche parole, dopo un breve saluto riparte, fermandosi spesso, per non cadere, mentre il più giovane, Tibi, resta con me per lungo, e cerca di parlarmi, raccontarmi tutto della sua vita, che ho perso stando lontano da casa.
Mi guarda con gli occhi lucidi e accarezza i miei capelli, e piange, per farmi capire quant'è disgraziato.
Cerco a confortarlo, e lui piange.
Quando è sobrio fa piccoli lavori in casa mia, appena li ha terminati, beve, e piange.
Lo voglio lo stesso bene, era mio amico d'infanzia, allegro,... [segue »]
Composto giovedì 19 aprile 2018

Immagini con frasi

    Info

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:4.50 in 4 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti