Questo sito contribuisce alla audience di
Scritto da: Rossella Porro

Lettera ad un figlio

Caro figlio mio,
per quanto ti sia difficile comprendere ti ho amato. Ti ho amato allora quando ho desiderato che non fossi mai nato, quando ho stretto fra le mie callose mani i tuoi piccoli piedini e ho desiderato che tu potessi correre per il mondo. Ti ho amato quando guardando i tuoi occhi così schivi ho deriso le tue fragilità e ho preso ad educarti perché non dovessi mai abbassare lo sguardo con nessuno e fustigato la tua schiena perché fosse forgiata alle intemperie. Ti ho amato quando ti ho umiliato, quando tutti lodavano i tuoi successi io tessevo le tue mancanze. Ti ho amato quando con la foga della gioventù hai tentato di opporti al mio amore, ti ho amato quando sconsolato hai lasciato che il silenzio costruisse un muro fra di noi. Ti ho amato con la rabbia di chi protegge la carne della sua carne, il sangue del suo sangue, ti ho amato, ma non ho saputo proteggerti dal mio amore, eppure figlio, ti ho amato.
Composto mercoledì 21 settembre 2011

Immagini con frasi

    Info

    Scritto da: Rossella Porro

    Commenti

    Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati

    7
    postato da , il
    grazie Antonio:)
    6
    postato da , il
    Questo è il racconto più emozionante che abbia mai letto... sai bene il perché te lo dissi già.... Tra i preferiti.
    5
    postato da , il
    grazie Maria:)
    Grazie Molly..:)
    4
    postato da , il
    No ha ragione Rossella non tutti gli amori ne sono capaci. Il mio è tra quelli, non riesco a fare un passo indietro eppure l'amore è grande grandissimo. Brava rossella riesci sempre a far percepire le tue emozioni che sono molto forti
    3
    postato da , il
    TVB :)

    Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati