Questo sito contribuisce alla audience di
Scritto da: Giuseppe LONATRO

Stanza 32


Scegli la pagina:
Lara era una donna libera ma anche senza un Dio.
Lara si esaltava al vento come le foglie d'ulivo; amava bagnarsi sotto la pioggia e adorava farsi attraversare dal sole.
Lara che rivede la sua vita in un attimo.
Lara sempre con la gola impastata di sudore come la sabbia del deserto.
Lara che rivede quello che fu e quello che non sarà mai, Lara meretrice della vita.
Ella alle volte si fermava.
Si fermava quando gli si accendeva il fuoco dentro ed era capace di scatenare "l'inferno al suo comando"; altre volte si nascondeva dalla vita e precipitava nel sentiero oscuro per poter vivere un'altra esistenza, magari migliore, certo non quella del suo passato fatta di chiari scuri dove quest'ultimi avevano maggior peso nella sua vita. Di uomini che la usavano costantemente e di donne che trasgredivano puntualmente la sua moralità.
Non era contenta di sé, Lara, essa si odiava, non si piaceva per niente ma era consapevole di avere anche una certa presa sugli uomini, quando era serena, quando non doveva scappare da casa per non sentire le urla del fratello, quando non faceva fatica a riconoscere il padre, quando il muro del silenzio tra lei e la ... [segue »]

Immagini con frasi

    document.write('');window.__cmpWait(function(){document.getElementById("singlequote-ad").className+=" adsbygoogle";pp.jss("//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js?client=ca-pub-3821133970955797","googleadsjs",0,{crossorigin:"anonymous"});(window.adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({})})

    Info

    Scritto da: Giuseppe LONATRO

    Commenti

    1
    postato da , il
    lascia l'amaro in bocca,inaspettato il finale.

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:7.00 in 2 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti