Questo sito contribuisce alla audience di
Scritto da: Anna De Santis

L'automobilina demotivata

Un vecchio taxi dei quartieri arti
aveva  progetti pel suo piccolino
quindi deciso che da grande, er poverino
avrebbe percorso le su stesse strade.
Ogni tanto er vecchio genitore je ricordava
che la scola che lui aveva fatto, bona je sembrava
quindi mannò a imparasse er macchinino.
Poverino, nun era pe lui tutta sta meccanica compiuterizzata
la segnaletica tutta abbreviata, manco na risposta accennata
e quanni sogni dietro alla lavagna, dove ogni tanto l’insegnante pe punizione  lo sbatteva
piegato sui piccoli copertoni e tutti li compagni a ride , sti cojioni….
Mo hai da vede come me rifaccio, e quanno ce riesco a tutti poi ve sfascio.
Pianta la scola  senza preavviso, un sorriso se pianta sulla carrozzeria
e va ar meccanico attrezzatissimo n’fonno alla via.
Me devi da rifà tutta la meccanica, mettece l’anima, vedi che poi fa.
L’omo nun se lo fece dì du vorte, jè cambiò tutto lo sciassì
je tolse du rote, e lo spinterogeno je divenne un turbo
du ali come fosse n’angelo e vai a fa er furbo
fatte vede da tutti quelli che in te nun hanno mai  creduto
tu voli più arto perché nun hai ceduto
nun te sei fatto mette sotto, ne dar genitore ne dalla situazione
hai fatto fuzionà la testa e mo poi dì che c’hai ragione
solo chi vola n’cielo  e più s’endustria pe capì
riuscirà a emerge dalla monotonia
rispetto a quelli che che s’arrabbattano in quarche modo   pe riuscì.

Immagini con frasi

    Info

    Scritto da: Anna De Santis

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:0.00 in 0 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti