Questo sito contribuisce alla audience di

Quanti momenti lasciati fuggire, così, senza un perché. Quanti pensieri, tenuti dentro, relegati in vuoti che non si colmano mai. Quanto fiato sprecato, se non lo usiamo per dare voce a un "ti voglio bene", "ti amo", "mi manchi", "sei importante", "mi fai stare bene", "grazie". Quante volte... [continua a leggere »]
Elisabetta Barbara De Sanctis
Composto sabato 12 aprile 2014
Vota il racconto: Commenta
    In ogni donna è racchiusa una dea, l'essenza dell'energia femminile. È creatività, è accoglienza, è tenacia nella dolcezza, è capacità di plasmare, di risvegliare e alimentare la vita. Ma affinché ogni donna possa ritrovare se stessa, ella deve scavare, affrontare le proprie ombre, andare alla... [continua a leggere »]
    Elisabetta Barbara De Sanctis
    Composto venerdì 8 marzo 2013
    Vota il racconto: Commenta
      Le dure prove della vita non mi hanno indurita, né resa cinica, né diffidente. Dalle pugnalate ho imparato che quel coltello posso sempre estrarlo e la ferita rimarginerà, se la curo amorevolmente. Dalla cattiveria altrui ho imparato a conoscermi, nelle mie ombre e nella mia luce, e ho capito... [continua a leggere »]
      Elisabetta Barbara De Sanctis
      Composto martedì 25 febbraio 2014
      Vota il racconto: Commenta
        Troppe volte ci lasciamo far del male solo perché abbiamo difficoltà a rompere i vecchi schemi. Sono schemi appresi con il biberon, non ne siamo consapevoli, ma sono come grosse catene invisibili che ci fanno procedere a fatica e ci creano sofferenza. È lo schema della "brava bambina... [continua a leggere »]
        Elisabetta Barbara De Sanctis
        Composto lunedì 24 febbraio 2014
        Vota il racconto: Commenta
          È uno strano mondo questo. Tutto corre veloce, veloce, veloce. Abbiamo inventato le macchine perché ci fossero di aiuto, siamo finiti per diventare noi degli automi. Sempre più persi e dispersi. Produrre. Vendere. Comprare. Bisogna stare al passo, guai a chi resta indietro. E tutto si appiattisce... [continua a leggere »]
          Elisabetta Barbara De Sanctis
          Composto sabato 1 febbraio 2014
          Vota il racconto: Commenta
            Ad occhi chiusi lo sentì arrivare. Sentiva il suo odore, l'avrebbe riconosciuto fra mille. Il corpo teso, impaziente. Aspettava il tocco di quelle mani, voleva solo quelle labbra sulla sua pelle. Era un'attesa infinita. Il giorno si incrociavano nel mondo che scorreva intorno a loro, visibili... [continua a leggere »]
            Elisabetta Barbara De Sanctis
            Composto martedì 10 settembre 2013
            Vota il racconto: Commenta
              Guardo quella bambina che non gioca con le bambole perché i grandi non possono aspettare. Gli occhioni sono un po' tristi, la vorrei abbracciare. Vorrei prenderla per mano e dirle: "vieni, andiamo! Avrai tempo per studiare! Ora andiamo a giocare! E andiamo al mare e poi ti porto a volare con l... [continua a leggere »]
              Elisabetta Barbara De Sanctis
              Composto martedì 18 febbraio 2014
              Vota il racconto: Commenta
                E nel silenzio, senza dire una parola, si alzò prendendole la mano. Con l'altra le cinse la vita stringendola a sé. Nell'anima avevano la stessa musica, quella che mille volte li aveva tenuti svegli. Erano le loro note. Una danza che avevano immaginato, sognato, scoprendosi a volte ad... [continua a leggere »]
                Elisabetta Barbara De Sanctis
                Composto giovedì 14 novembre 2013
                Vota il racconto: Commenta
                  Quelle mani sapevano condurla ad un soffio dall'abisso, lasciandola prostrata e affamata. E ricominciavano. Ancora. E ancora. Si fermavano lì, sull'orlo di quel precipizio in cui bramava di spingersi, lasciandola sospesa e smarrita. E ricominciavano. Ancora. Sentiva l'anima lacerarsi, arsa dalla... [continua a leggere »]
                  Elisabetta Barbara De Sanctis
                  Composto domenica 30 novembre 2014
                  Vota il racconto: Commenta