Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: nina.*

Toccare il cuore con le dita

Toccare il cuore con le dita
di chi soffre, provare a sentire
il suo dolore.
Impazzire di fronte a immagini
scioccanti, non avere un filo di voce
per urlare:
immaginare di essere lì, con lore,
e provare quella sensazione di sentirsi persi,
immobile di fronte all'atroce paura
che cinge tutto il tuo corpo.
Strapparsi ogni pezzo di pelle sino
a provar disgusto di sé, sentirsi
inutile.
Una lacrima si cala, greve,
e mordersi con rabbia, il labbro,
di fronte a queste scene,
... perdere il coraggio.

La nascita di un guerriero
con la sua morte vicina
senza medaglie,
Soli sul selciato, soli nella melma,
guerrieri senza vita,
nessuno li riconosce.
Nessuno sa
chi sono,
una croce senza nome,
i loro sguardi senza lacrime,
verso noi sopravvissuti,
solo il cuore piange,
piange lacrime di sangue.
Composta nel ottobre 1996

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: nina.*
    Riferimento:
    Dove saranno i miei amici...
    Dedica:
    Alla famiglia di Kabamba, che Dio vi assista.

    Commenti


    6
    postato da , il
    GRAZIE ,GIORGIO SEI IL BENVENUTO IN QUESTA TRAGICA CIRCOSTANZA ..
    5
    postato da , il
    Mi associo al grido di dolore contro tutte le guerre.
    4
    postato da , il
    E' vero,ODIOSA e solo che si pensa poco a certe soffernze che la guerra lascia,con questo ho inviato un ms che nessuno nota.*
    3
    postato da , il
    molto toccante  sembra un grido forte che si fa sentire  x non restare solo delle parole su uno sfondo bianco
    2
    postato da , il
    Grazie dolce pensiero, ho medesimato come in ogni mio componimento, i momenti di tale sofferenza, che quando ci ripenso il dolore rimane sospeso come il respiro.

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:6.80 in 10 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti