Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Già

Variabile

Ti conobbi all'ombra dell'incomunicabile
dove le parole mai dette si incontrano e si riconoscono
se i silenzi potessero piangere
avrebbero il suono della tua voce
la carezza che ci descrisse
ci trovò inermi
di fronte: il vuoto e una sigaretta
e il silenzio ci abbracciò come fratello
uno sguardo con dentro un sospiro riassunse il dolore rimasto inespresso
il tempo rallentò, immaginai la tua vita
e ti lasciai solo perché mi sentii di troppo
origliai il tuo cuore per capirne i gemiti
ma sentii rabbia che dice malinconia
vivemmo accanto distanze incalcolabili
per ritrovarci in quell'ombra che consola
come mano di madre che capisce.
Composta domenica 10 settembre 2017

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: Già

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:10.00 in un voto

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti