Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Andrea Vaghi

Chloe

Eppure ti serbo ancora
nella memoria di un'altra vita,
remota, sepolta
da impalpabili cumuli,
e filtra talvolta dai densi vapori
il tuo pallido lume.
Ti sento echeggiare
da certi profumi, dai nodi
che mi definiscono,
ti vedo riflessa nell'ombra
che ancora dipingo.
Potessi gustare di nuovo
l'antico sentore di fresco
che mi addolciva la vista!
Ma il capo ti fu sradicato
da lama impietosa
e il puro biancore
imbrattato del rosso
di un disperato tramonto.
Composta mercoledì 25 febbraio 2015

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: Andrea Vaghi
    Dedica:
    A tutte le età dell'oro, che mai esistettero e mai esisteranno.

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:0.00 in 0 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti