Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Ilaria Daolio

Lo scrigno

Cingeva forte a se quel Cuore rosso rubino,
colmo d'amore batteva all'impazzata di felicità sfrenata.
All'improvviso.
Tu orgoglioso di egoismo, hai forzato il destino.
A poco a poco quel Cuore si esaurì,
mutando di forma e colore.
Quasi si spense.
Rinchiuso in quella tetra armatura,
avvolto da un gelido e duro manto,
continuò a battere,
come se fosse imprigionato tra un'incudine e un martello.
Divenne sorgente di lacrime
e lentamente nel tempo si logorò.
Lei, inconsapevole del tesoro,
possiede ora nel petto uno scrigno tutto d'oro.
Il destino sapeva.
Era suo dovere proteggere quel Cuore.
Come un abile fabbro,
da un umile metallo arrugginito,
ha creato e forgiato uno scrigno dorato.
Il destino sapeva.
Quel Cuore andava preservato per chi l'avrebbe veramente Amato.
Composta domenica 11 dicembre 2011

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: Ilaria Daolio
    Dedica:
    I dolori arricchiscono chi li subisce... e impoveriscono chi li crea.

    Commenti

    Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati
    4
    postato da , il
    Grazie tengo molto a questi versi ! Sono anche stati trasformati in musica!Un abbraccio
    Ilaria Lailly.d
    3
    postato da , il
    Veramente bella, complimenti!
    2
    postato da , il
    Grazie ancora!! :)
    1
    postato da , il
    Mi piace molto anche questa........ un abbraccio ciao.......

    Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati