Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Nello Maruca

LVIII

Ah! Quante volte ritornata in mente
La stanza mia e di nonna, giovincelle,
Quante rabbuffi per le marachelle
Che, a turno, facevam continuamente.

Ora ti ritrovo, mia stanza, finalmente
E riascolto il garrire di rondinelle
E rivedo beccare le gallinelle
All'aprir la mano premurosamente.

Tardi sono tornata e, or, son sola
Che la compagna degl'ingenui giochi
La Morte l'ha ghermita e in cielo vola.

Se fosse qui, pur lei, con la sua mole,
con l'intimità di cucina e fuochi
a tutti prenderebbe per le gole.

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: Nello Maruca

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:9.00 in 3 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti