Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Inés

Sono l'Onda Che Porta Via

Sono l'onda che porta via
dalla spiaggia ogni giorno
quello che resta di un sacco di gente
che viene e che va.
Che sia dolce o irruenta
cambio le cose.
Le rispolvero, le faccio
sempre un po' nuove.
Il mio compito è svegliare
le coscienze assopite,
che non si riconoscono più nel corpo
e nella vita cui sono affidate.
Le coscienze vengono rapite,
dentro di me e con me
sbattono sul fondo, o si alzano fiere,
annegano e riemergono
a volte senza vita.
Senza fiato e abbandonate, le prendo,
le rianimo e di nuovo le abbandono
sulla riva della vita.
Nessuno dica che non è utile.
Nessuno si lamenti
se gli apro gli occhi con acqua salata!
Il sale disinfetta!
L'onda lava, l'onda lubrifica
le labbra riarse, le fa purpuree, le riempie.
L'onda travolge e sconvolge.
Eppure, essere senza vita,
posso rianimarti
ora che sei morto annegato dentro di me,
e non riuscire a giovarti a nulla,
se continui a tenere gli occhi chiusi
per ostinazione.
Composta venerdì 1 ottobre 2010

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: Inés

    Commenti

    1
    postato da , il
    i primi versi sono gradevoli... Fanno molto "Ode to the West Wind" di Shelley

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:8.00 in un voto

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti