Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Umberto Zavagno

Piccole mani

Molto lentamente
le tue dita scorrono sulle mie
esili e delicate
sorprendi a vedere quanto sono piccole
anche il tuo viso da bambina
con le stesse paure del domani
mentre bacio i tuoi piccoli seni
colpevole mi sento
non posso ritirarmi
come davanti a ogni cosa che piace
sia un fiore un lago o un monte
io scorro sulla tua pelle profumata
ti vorrei
si ti vorrei mia per sempre
anch'io però ho paura del domani
non so se averti tutta sarà permesso
si l'amore con te
come sfogliare una margherita
sperando che i petali non finiscano mai
un tenero germoglio che non vorrei rovinare
ma l'amore può rovinare e ferire
se è diviso
vedo già il tuo sguardo irato
le tue lacrime offese
rivedo me stesso
la mia disperazione
l'odio
non sono ancora libero
non so se lo sarò mai
ma non so aspettare
piace la tua pace
piace vivere questo attimo
spero non svegliarmi.
Composta nel 2008

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: Umberto Zavagno

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:7.50 in 2 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti