Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Francesca Zangrandi

Distruzione

Sei tu che mi permetti di agire,
di scrivere.
Ho aperto la mia porta velocemente un'altra volta
e ancora ho incontrato il mio carnefice.
La fiducia che do è immensa e ancora
mi ritrovo con troppe bugie nel cuore,
ancora provo l'abbandono, ancora piango;
non per amore ma perché è così.
Io non amo ora,
ma pur non amando i pugnali entrano nella mia carne e felici del
loro lavoro incidono le iniziali.
Non sono una carcassa da pugnalare
ne uno svago
non sono la bambolina paziente
buona
no
non lo sono più!
Chi entra non si siederà più nelle poltroncine comode
con il drink in mano
no!
Sono stanca di fare feste per poi restare sola
a raccogliere quello che gli altri buttano
per terra
sono stanca...
Distruzione, così si intitola questa riflessione.
Distruzione...
Per la prima volta il titolo non riguarda quello che gli altri fanno a me, ma di quello che farò io...
Gioisco in questo...
Composta sabato 10 gennaio 2009

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: Francesca Zangrandi

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:10.00 in un voto

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti