Questo sito contribuisce alla audience di

Epigrafe per un libro condannato

Non scrissi, o lettore innocente,
pacifico e buon cittadino,
per te questo mio saturnino
volume, carnale e dolente.

Se ancora non hai del sapiente
Don Satana appreso il latino,
non farti dal mio sibillino
delirio turbare la mente!

Ma leggimi e sappimi amare,
se osi nel gorgo profondo
discendere senza tremare.

O triste fratello errabondo
che cerchi il tuo cielo diletto,
compiangimi, o sii maledetto!

Immagini con frasi

    Info

    Commenti


    10
    postato da , il
    Capisco la confusione kop, l’ho anch’io del resto, non sono qui per raccontare p*ttanate in cui credo ciecamente, sono sensazioni anche contrastanti.
    Permettimi un esempio, non sono un gran giocatore di carte però mi viene questo…
    Il male ed il bene sono le cinque carte che ti arrivano casuali dal mazzo, gli altri quattro giocatori sono le persone che si incontrano nella vita, sta a te decidere come giocare, ma ci sono fattori base indispensabili con i quali devi fare i conti.
    La partita ha un limite di tempo devi scegliere prima del termine, anche un secondo prima, ma non scegliere comporta magari anche una vittoria, ma senza stile e bravura, una vittoria meno nobile molte sconfitte.
    Comunque, al termine della partita le tue carte le dovrai scoprire, e anche se non lo farai, la questione più importante è che tu devi sapere quali sono! Puoi bluffare con gli altri, ma mai con te stesso, ed alla fine, la punizione peggiore o la miglior gratificazione, è quella che noi sentiamo per noi stessi.

    Comunque è un piacere confrontarsi con te, mi scuso per le mie incongruenze, ma alla fine sono anche quelle.
    9
    postato da , il
    Dunque Paul è ufficiale. Non riesco a seguirti.

    Dire: "mi sono trovato dinanzi ad atti riprovevoli compiuti da individui che nel corso del tempo non sono mai cambiati" e "esistono casi in cui, se alcuni mali trovano l’individuo corretto prolificheranno per sempre."
    è ben distante da :" credo che il bene ed il male siano nel nostra anima dalla nascita, come la predisposizione nel codice genetico per determinate patologie." aggiungendo "Un cigno bianco può restare bloccato in una chiazza di petrolio, ma, o m0rirà restandone invischiato, o ritornerà ad essere un cigno bianco." e affermando "non voglio dire che è tutto predeterminato, assolutamene, detesto l'idea che lo sia, esistono le scelte".

    Dunque siamo giunti alle domande. Quei casi nei quali ti sei imbattuto non potrebbero essere casi che non hanno ancora scelto? Queste scelte, dato che hai ammesso che ci sono come si scontrano con il male o il bene che è già insito in noi come affermi? É qui che non riesco a sbrogliare il caso.
    8
    postato da , il
    E' doloroso  il senso dell' epigrafe alla propria opera, condannata per immoralità.

    Baudelaire chiede al lettore, innocente, di comprendere i propri versi ed essere  amato. Termina chiedendo compassione. Diversamente, dice: "o sii maledetto!"
    7
    postato da , il
    No Kop,con ciò non voglio dire che è tutto predeterminato, assolutamene, detesto l'idea che lo sia, esistono le scelte, però spesso mi sono trovato dinanzi ad atti riprovevoli compiuti da individui che nel corso del tempo non sono mai cambiati.
    6
    postato da , il
    Quindi per te è già tutto predeterminato? In ognuno di noi si insidia già tutto?
    Se fosse così non avrei motivo di svegliarmi la mattina. In questo viaggiamo su due filosofie separate.

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:7.41 in 17 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti