Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Anna De Santis

Il vecchio ed il bambino 2009

Ogni giorno si svegliava sempre più triste,
pensando al tempo che passava,
contava i suoi dolori
ed un altro se ne aggiungeva.
Apriva la porta ed il sole più non vedeva,
la solitudine aveva spento la sua luce.
Neanche quel fiore, il suo cardellino
riuscivano a farlo più sorridere.
Un giorno passò di lì un bambino,
vide il vecchio seduto,
si avvicinò un po' impaurito
e chiese: posso chiamarti nonnino,
sai un nonno io non ce l'ho
e vorrei mi raccontasse tante cose?
Il vecchio ci pensò e sotto la sua barba lunga,
un sorriso, una nuova luce si accese.
Ogni giorno ora era un giorno nuovo,
apriva la porta e vedeva il sole,
curava il suo fiore ed il suo uccellino con amore,
non si accorgeva del tempo che passava,
perché quando apriva la porta
ad aspettarlo c'era il suo bambino.

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: Anna De Santis
    Riferimento:
    Dedicato a tutti quei vecchi soli ed abbandonati, ci vuole così poco a ridargli la speranza, il sorriso.

    Commenti

    1
    postato da , il
    Ti fa onore ricordarti anche delle persone anziane, sole,spesso non vengono considerate ed abbandonate e spesso vengono umiliate.
    Poesia estremamente commovente

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:10.00 in un voto

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti