Scritta da: Maddalena

L'accenno di un canto primaverile

Il vento portò da lontano
l'accenno di un canto primaverile,
chissà dove, lucido e profondo
si aprì un pezzetto di cielo.
In questo azzurro smisurato,
fra barlumi della vicina primavera
piangevano burrasche invernali,
si libravano sogni stellati.
Timide, cupe e profonde
piangevano le mie corde.
Il vento portò da lontano
le sue squillanti canzoni.

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: Maddalena

    Commenti


    11
    postato da , il
    Grazie Maddalena, anch'io ti apprezzo molto.
    Buona serata :)
    10
    postato da , il
    Non sei inopportuna, sei molto cara e ti apprezzo molto
    9
    postato da , il
    Lo so Maddalena, io ci ho provato, e anche se non sono perfette, mi hanno dato la possibilità di dire ciò che sentivo dentro di me in versi.
    Certo, non so nemmeno se sono degna di scriverle, ma quando riesco a farlo provo dentro di me tanta gioia.
    Scusami se mi sono prolungata con questo argomento, non vorrei esserti sembrata inopportuna. Eventualmente ti chiedo scusa; era solo per fare quattro chiacchiere con te.
    Ciao :)
    8
    postato da , il
    Comporre poesie Haiku non è semplice
    7
    postato da , il
    Secondo me potresti scrivere poesie Haiku. Poche parole dicono tanto. ;)

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:8.22 in 9 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti