Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Mariella Buscemi
Se Tu avessi scorto
tutto il mio abisso, dentro,
riccio di mare
con gli aculei sulle sponde,
il mio corpo indifeso
sarebbe rimasto argine sulla battigia
a placare la risacca delle tue mani.

Sul pelo d'acqua, fuori
mi sono eletta ninfea
sul pacificare della corrente
come fossi gomena ardita ancorata all'ormeggio.

Sui tonfi dei sassi
spirali e cerchi di vita
sui click dei battiti.

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: Mariella Buscemi

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:8.67 in 3 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti