Scritta da: Silvana Stremiz

L'Infinito

Sempre caro mi fu quest'ermo colle,
e questa siepe, che da tanta parte
dell'ultimo orizzonte il guardo esclude.
Ma sedendo e mirando, interminati
spazi di là da quella, e sovrumani
silenzi, e profondissima quiete
io nel pensier mi fingo; ove per poco
il cor non si spaura. E come il vento
odo stormir tra queste piante, io quello
infinito silenzio a questa voce
vo comparando: e mi sovvien l'eterno,
e le morte stagioni, e la presente
e viva, e il suon di lei. Così tra questa
immensità s'annega il pensier mio:
e il naufragar m'è dolce in questo mare.

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: Silvana Stremiz

    Commenti


    20
    postato da , il
    Ciao
    19
    postato da , il
    Bellissima! Lui è l'infinito!!!!
    18
    postato da , il
    Bellissima!!!
    Bellissimo poter trovare dentro di noi - QUESTO MARE -
    17
    postato da , il
    Sempre bellissima <3
    16
    postato da , il
    Troppo bella questa poesia di Leopardi sembra che ti voglia far vivere e ti trasporti in un altro mondo

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:9.20 in 171 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti

    Questo sito contribuisce alla audience di