Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Alberto Iess

La notte delle orchidee

Abbraccio di pietra, sabbia d'orchidee.
La notte più tetra, nel nido delle dee.
Pellegrini del piacere e ladri di rose:
schiavi del tempo dalle mani rugose.
E la sete che ho, quella resta eterna
come l'ombra celata in questa caverna.
Composta mercoledì 12 gennaio 2011

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: Alberto Iess

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:9.24 in 17 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti