Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Violetta Serreli

Conduttrice, nato mercoledì 20 settembre 1978 a Cagliari (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Violetta Serreli

Il peso dei nostri passi

Per tutta la vita
cerchiamo un amore profondo.

Un amore che riempia le nostre giornate, che coccoli ogni istante.
Un amore che sia pieno, puro, distante... al momento opportuno.

Cerchiamo un amore, che sia per tutta la vita.

Che non sia schiavo dell'apparire. Un amore senza finzioni.
Che non neghi a sé stesso di esistere.
Che abbia la forza di reggersi, anche sulle difficoltà.

Cerchiamo qualcuno che sappia,
per tutta la vita,
essere amore.

Che sappia leggere non solo i nostri sorrisi,
ma anche le nostre mancanze, le nostre paure.
Qualcuno di cui fidarci. Qualcuno al quale affidarci.

Puro, paziente, tenace... sincero.
Sincero nel desiderio, nella lontananza.
Un amore per il quale valga la pena soffrire,
che si imprima sulla nostra pelle,
perché non possa smettere di esistere.

Cerchiamo un amore che sia come un sogno,
ma che diventi la nostra realtà.

Per tutta la vita
cerchiamo un amore profondo.
Ma quando lo stiamo attraversando...
Sappiamo misurare il peso dei nostri passi?
Violetta Serreli
Composta sabato 31 luglio 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Violetta Serreli
    La propria sofferenza non si può esprimere.

    Si può esprimere solidarietà
    per la sofferenza di altri
    quasi a starci male.

    La propria sofferenza non si può condividere.

    Si può condividere il momento
    in cui qualcuno soffre.

    La propria sofferenza non parla mai.
    Non parla...
    Finché qualcuno esprime solidarietà
    e condivide il momento in cui si sta soffrendo.
    Violetta Serreli
    Composta mercoledì 30 giugno 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Violetta Serreli
      Avevano un senso i mille rancori,
      le sopportazioni, le difficoltà.
      Le lacrime, quelle di gioia e quelle di tristezza.
      Aveva un senso non capirti,
      non riconoscerti,
      non sentirti vicino.
      Aveva un senso desiderare che tu
      mi volessi bene
      quanto te ne volevo io.
      Ha un senso ora
      aver trovato la più grande ricchezza
      nella mia forza, grazie a te.
      Violetta Serreli
      Composta mercoledì 30 giugno 2010
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Violetta Serreli
        Rannicchiato,
        rinsecchito.
        Ti ho trovato e non provo più schifo.
        Quasi non provo neppure dispiacere,
        ma un sottile, appagante,
        senso di vittoria e onnipotenza.

        A questo siamo destinati... quando non siamo graditi
        c'è sempre qualcuno che tenta di schiacciarci
        per eliminarci dal suo ambiente.
        E anche quando ci avranno distrutti,
        annientati,
        resi inerti,
        nessuno proverà pena

        per noi.
        Violetta Serreli
        Composta mercoledì 30 giugno 2010
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Violetta Serreli

          Partenze

          Momenti che legano il presente al passato...
          Momenti che legano al futuro la tua fragilità.

          Partenze per evocare sentimenti mancati,
          per rivivere famiglie lontane.

          Per dire addio a ciò che ti fa vivere.
          Per dire addio, quasi per sempre.

          Partenze per ritrovare la terra solida e arida che hai cercato di nutrire col tuo pianto.

          Partenze per conoscere i frutti di una terra che ha respirato la tua assenza.

          Partenze.

          Per dire "ti amo" a chi non lo riesce a sentire.
          Per dire "ti amo" a chi non lo riesce a dire.

          Partenze che dicano "ti amo, ma non posso restare."

          Partenze infinite, silenziosamente temute.
          Partenze improvvise, partenze negate.
          Partenze raccolte in un album di ricordi sbiaditi.

          Partenze che profumano di case immaginate, già vuote.
          Partenze che in pochi giorni raccontano una vita intera.
          Partenze che non hanno tempo.

          Partenze.

          Per dire "ti amo" a chi non lo riesce a sentire.
          Per dire "ti amo" a chi non lo riesce a dire.

          Partenze che dicano "ti amo, ma non posso restare."
          Violetta Serreli
          Composta lunedì 31 maggio 2010
          Vota la poesia: Commenta