Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: vella arena
Curva su se stessa
certe notti contava i suoi anni
prendeva una vecchia calzetta
faceva un nodo... ed era un anno...
E poi un altro... e un altro anno...
E così via...
Aveva avanti agli occhi
Una carrozza di mille cavalli
E quella notte credette
che quella vecchia stanza
dalle braccia rugose, i talloni consumati
era quella del ballo...
E intonò una canzone...
Curva... su se stessa... ebbe u n brivido
Nel ricordare un nome...
Si aggrappo alle braccia rugose della stanza
E si mise a ballare...
Curva... con se stessa...
Promise alla vita che quel nome
non sarebbe mai morto.
Vella Arena
Composta venerdì 4 febbraio 2011
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: vella arena
    Le mie paure hanno incontrato
    i colori di un arcobaleno
    ... mai visti
    La mie paure hanno bevuto
    al calice della solitudine
    ... e hanno pur gustato
    il sapore dell'oblio...
    Sono andate a morire
    in un attimo di fine estate
    in un baleno di speranze
    in un puro sapore di certezze
    Non hanno più parole
    le mie paure.
    Vella Arena
    Composta lunedì 7 febbraio 2011
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: vella arena
      Se riuscissi a dirti tutte le cose che ho nel cuore
      Se riuscissi a parlarti senza frenare le forti emozioni
      Se avessi la capacita di poter mettere da parte ogni dubbio
      E svuotarmi.... e dirti tutto l'amore che ho dentro
      e gridarlo....
      Se riuscissi a mettere da parte il grigiore i tuoi silenzi
      Non avrei più paure.
      Ma forse non avrei te.
      Vella Arena
      Composta martedì 15 febbraio 2011
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: vella arena
        Sono qui, sulla porta...
        ho visto passare da qui
        le nuvole più nere, le stelle più spente
        entravano... non uscivano...
        Ho visto cavalieri muniti di corazze
        senza lance... colpivano con parole
        Ho visto la regina con la corona di carta.
        Ho ingoiato pillole di menzogna non riconoscibili...
        Sono qui sulla porta... un passo e... via...
        Verso le stelle brillanti.
        Esco.
        Non voglio vederti mai più.
        Vella Arena
        Composta venerdì 18 febbraio 2011
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: vella arena
          Non lo ricordo...
          non mi chiedere che volto abbia la vendetta
          e non mi chiedere della malizia...
          ... non lo so di che grigiore siano
          gli occhi della cattiveria...
          ... non li ho impressi i colori dei dispetti
          Non provare a svegliare
          i miei ricordi...
          Dimmi piuttosto... tu, chi sei?
          ... non me lo ricordo!
          Vella Arena
          Composta giovedì 24 febbraio 2011
          Vota la poesia: Commenta