Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Valerio Zesi

Nato martedì 21 gennaio 1997 a Roma (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Diario.

Scritta da: Valerio Zesi

Esse romano

L'essè romano vordì smozzicà quanno parla,
ma se lo fa, sta a parlà cor core.
L'essè romano vordì guardatte co l'occhi da burino,
innocenti come quelli dè n bambino.
L'essè romano vordì emozionasse pe le luci der colosseo,
che sottò a pioggia è er più ber museo.
Er romano è romano ovunque, se fa riconosce.
Er romano s'enventa le parole, ma chiunque lo capisce.
Er romano s'emoziona per i filrm de Gassman e de Sordi.
E nun lo fà ncazza, che se no so cazzi.
Er romano, 'nsomma, è'n tipo tosto,
ma quanno cresce mette a capoccia apposto.
Je devi da volè bene, perché è'n signore,
si te strigne la mano, pe te, è grand'onore!
Valerio Zesi
Composta giovedì 14 gennaio 2016
Vota la poesia: Commenta