Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Terry Di Vetta

Questo autore lo trovi anche in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Terry Di Vetta

Uno sguardo

Guardo... e mi perdo
l'età non la sento
passi incerti
l'eco di tanti concerti.

Il fumo si dissolve
nell'aria grigia e scura
età matura
che si consuma.

La nuvola si trasforma
nasce una nuova forma
mistero e fantasia
un volo di magia.

Il volto accoglie
il bagliore di luna
tra mille foglie
di madre natura...

Mistero di uno sguardo
di quel che sento
quando mi perdo
mentre ti guardo.
Terry Di Vetta
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Terry Di Vetta

    Il palazzo reale

    Nel cortile del palazzo reale
    piante secche e imputridite
    uno stagno artificiale
    che impedisce nuove vite.
    Dalle acque malsane
    all'improvviso emerge
    un giovane alberello
    il verde clorofilla
    di quel goliardico spiritello
    accende una scintilla:
    "revisione di ogni legge
    e pulizia del giardino".
    Pensiero divino!
    Il giardiniere pota
    ma la cesoia non taglia
    non sradica
    le radici dello sciame
    intrecciate con filo sottile
    tessono continue trame
    tattica dolce e modica
    un far falso e gentile.
    Se la cesoia non basta
    a eliminar tutta la casta
    "un trattore"
    trainato da molte persone
    animate da forte passione
    ecco quel che ci vuole!
    Un altro anno sta per finire
    e le promesse è di là da venire...
    Nel cortile del palazzo reale
    un gioioso Natale
    fuori da quel cortile
    il verde muore
    un Natale senza colore!
    Terry Di Vetta
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Terry Di Vetta

      La forza dell'amore

      Il fluire di una vita normale
      poi ad un tratto un ciclone mi assale
      non capisco come e perché
      tutto brilla ora che ho te!

      Il grigio piano si scolora
      per divenir un tenue color viola
      nel cielo limpido e sereno
      l'arcobaleno!

      Tu hai acceso il mio cuore
      fiamma d'amore!
      Senza la tua "essenza"
      tutto muta, tutto cambia.

      A te, amore mio sublime
      queste note e queste rime
      l'amore è eterno finché dura...
      avanti tutta... mettiamoci alla prova!
      Terry Di Vetta
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Terry Di Vetta

        Amami

        Amami per come sono
        chiudi gli occhi e ascolta
        un eco prende il volo
        e bussa alla tua porta.

        Ti amo per come sei
        chiudo gli occhi
        e quel che sogno e che vorrei
        non son balocchi sono i baci tuoi.

        Amami per ciò che vedi
        leggendo tra le righe
        nei pochi spazi vuoti
        bianche margherite.

        Ti amo per ciò che vedo
        passione di un colore
        e un sentimento muto
        che mi riscalda il cuore.

        Amami per il tacere
        complicità d'amore
        rinunciare al piacere
        rispettando un valore.

        Ti amo per... non so perché
        non c'è risposta
        forse parte di me
        da sempre in te è riposta.
        Terry Di Vetta
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Terry Di Vetta

          Pensiero

          Pensiero,
          ti scaccio via
          dalla mia mente.
          Ricordi e nostalgia,
          andate via!
          Nel buio della notte,
          porte e finestre aperte...
          Ti sogno...
          Il sogno non lo puoi gestire,
          non chiede permesso,
          entra prepotente,
          pretende,
          non vuol morire.
          Allora come adesso,
          tutto è concesso!
          Pensiero,
          mi hai rubato l'anima,
          non posso più mandarti via,
          fai parte della vita mia!
          Terry Di Vetta
          Composta venerdì 3 febbraio 2012
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Terry Di Vetta

            E penso a te

            E penso a te...
            e aspetto invano il telefono che squilla...
            e sogno te...
            e tutto intorno per incanto brilla...
            e parlo a te...
            e la penna scorre sul foglio bianco...
            e ti parlo di me...
            e tu raccogli la mia allegria e il mio pianto...
            e abbraccio te...
            e insieme voliamo nella fantasia...
            e bacio te...
            e tutto il mondo diventa poesia...
            e accarezzo te...
            e accanto a te, il cuore mio sembra scoppiare...
            e il corpo brucia, la temperatura sale...
            e amo te e...
            Terry Di Vetta
            Composta lunedì 23 gennaio 2012
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Terry Di Vetta

              La bellezza della natura

              Un intreccio di grappoli lilla
              ornano il pàtio della villa.
              Cespugli di roselline gialle
              accarezzate da variopinte farfalle,
              diffondono nell'aria primaverile,
              un profumo magico e gentile.
              Il pino, alto e severo,
              tende le sue braccia al cielo.
              La lucertola timorosa,
              pigra, al sole si riposa.
              La cornacchia vigile,
              è li che osserva,
              il verme che striscia tra la terra.
              Il merlo furbo scende veloce,
              e afferra il verme gracchiando con la voce.
              Il continuo cinguettio degli uccellini,
              sembra un concerto di tanti violini.
              Il libro è aperto,
              ma fermo all'introduzione,
              la natura rapisce la mia attenzione:
              la vista, abbagliata da tanto splendore,
              l'udito, ammaliato da un mix di suoni,
              si inebria l'olfatto dai tanti profumi.
              Colori, suoni, aromi...
              Terry Di Vetta
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Terry Di Vetta

                Week end a Farfa

                Sola, in mezzo alla natura,
                spazia lo sguardo mio
                da questa altura.
                Lassù trionfa austero,
                un antico Monastero;
                tanti paesi intorno,
                come una corona
                fanno da contorno.
                Monti, colline,
                viottoli, stradine.
                Appollaiato sotto un pino,
                un musicante suona il violino;
                una coppietta poco distante,
                giura di amarsi eternamente:
                "luce di diamante,
                che non mente!"
                la campana con i suoi rintocchi,
                attira l'attenzione dei miei occhi,
                è la chiesetta dell'Abazia,
                che suona l'Ave Maria!
                In quella stradina
                in mezzo al verde,
                ecco che s'incammina
                tanta gente:
                "fedeli pronti al richiamo di Dio,
                che non riesco a sentire io!
                Il mio Dio è qui,
                in questa oasi di pace,
                qui sento la sua voce.
                Di nuovo suona la campana,
                la sento sempre più lontana,
                la voce della natura è più forte,
                dentro di me
                si aprono tutte le porte:
                " amore, gioia, riconoscenza,
                gratitudine.
                Le dono a "Te" Dio,
                queste mie ore di solitudine!
                Terry Di Vetta
                Vota la poesia: Commenta