Poesie di Simone Espugnatore

Studente di psicologia, nato a Lacco Ameno (ischia) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Racconti.

Scritta da: Essy

Quel che resta

Cosa resta di un respiro che si perde nell'aria è diventa un tutt'uno con essa?
Quel che resta dell'addio è il dolore
Quel che resta del piacere è la voglia
Quel che resta della sconfitta è il coraggio
a volte siamo quel che resta di noi stessi, ossa prive di carne cuori privi di battiti.
Quel che resta di un ricordo è l'emozione
Quel che resta della gioia è l'affetto
Quel che resta di un amore finito è il rimpianto
La rabbia ti lascia senza niente, lei silenziosa ti lascia con vuoti incolmabili, ma di lei non troverai mai traccia.
Quel che resta di noi è il ricordo. Traccia indelebile per chi ci ha amato e chi ci ha odiato.
Cosa resta di un respiro che si perde nell'aria e diventa un tutt'uno con essa?
Simone Espugnatore
Composta lunedì 22 marzo 2010
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di