Scritta da: maestrale

Sera

Me ne stavo li, su quel piccolo e basso promontorio sul confine tenue tra il giorno e la notte. La pianura, un po' più in basso andava lontano, il castagno sotto il quale ero sfrondava ogni tanto quando il cielo sospirava. Il blu notte stava coprendo gli altri colori della campagna come una grande coperta.
Sergio Ziba
Composta lunedì 12 ottobre 2009
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di