Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Sasha79

Sospesi

Ti aggrappi nei miei silenzi cercando
improbabili parole, non guardi i miei
occhi, non tocchi il mio cuore...
Ti culli nelle mie sere accompagnate
dalle nostre carezze di pensiero,
sospesi tra carta bianca e inchiostro nero.
Io sabbia che aspetto un'altra onda
d'emozione, tu; mare aperto che mi
abbraccia e poi mi lascia alla prossima
illusione.
Sempre sospesi come la notte che fa
posto al mattino, finché un giorno,
amandoci troppo, ognuno ha ripreso
il proprio cammino.
Sasha Alexander
Composta venerdì 2 febbraio 2007
Vota la poesia: Commenta