Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: ClumsyC
Hai presente quella sensazione che provi quando finisci il più bel libro che tu abbia mai letto?
Hai pianto, riso,
ti sei arrabbiato, hai amato e odiato,
tutto in pochissime pagine,
le più importanti della tua vita.

Ogni frase è stata una sfida,
ogni virgola un singulto,
ogni punto un nuovo inizio.
Ci sono stati momenti in cui avresti preferito saltare direttamente al finale,
chiudere tutto e passare oltre quelle infinite descrizioni.
Eppure sei arrivato, ce l'hai fatta,

finito,
concluso,
felice,
Vuoto...

Volevo chiudere qui,
andare a dormire e svegliarmi nel mezzo di un nuovo inizio di una nuova storia.
Quant'è difficile ricominciare,
quant'è difficile cambiare.
Ti sembra che nulla possa sostituire ciò che hai vissuto,
che nulla possa essere altrettanto vero.
Vorresti tornare indietro, dimenticare ciò che hai letto e ricominciare,
ricominciare lo stesso libro all'infinito.
Eppure sai che non puoi,
che non è giusto,
che devi,
che VUOI
andare avanti.

Ma quel vuoto rimane.
E ti distrugge.
Sai che arriverà un nuovo inizio.
Sai che troverai biblioteche di libri nella tua vita.
Eppure nello scaffale quel libro non ci vuole ancora entrare e cerchi di scoprire quali nuove parole potrai scriverne il seguito.
Sara Conti
Composta domenica 16 settembre 2018
Vota la poesia: Commenta