Questo sito contribuisce alla audience di

Sogni e siolitudine

Non posso dir
cosa ho sognato,
non destar
illusione
sono obbligato,

quel che viene
in sogno
son desideri,
insidi nell'anima
per ella dichiarati,

meglio lasciarli
riposar
sarà languido
ricordar,

quando la schiena
curva
e le gambe lente
avrò,

forse
un vecchio
solo...
... pentito sarò.
Salvatore Intagliata
Composta lunedì 9 marzo 2015
Vota la poesia: Commenta