Scritta da: syria 76

Per te, papà

Se dovessero chiedermi chi è l'uomo più importante della mia vita direi,
senza esitazione, che sei tu.
Ricordo i nostri abbracci, i nostri baci, i nostri giochi che hanno riempito
la mia infanzia felice e spensierata.
Crescendo sono arrivate le litigate che, pur continuando a volerci bene,
hanno rotto l'incantesimo.
Adesso che tutto è passato,
che sono cresciuta sappi che il bene per te è ancora più grande.
Ti guardo con i miei figli e torno indietro con la mente,
ritorno bambina.
Adesso quella bambina, ormai donna ti dice grazie di esistere,
e a te unico punto fermo della mia vita aggiungo:
"ti voglio bene".
Rosetta Sidoti
Composta venerdì 8 gennaio 2010
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di