Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Rosario Casillo

COVID 19

Non c'era nessuno a tenervi la mano,
Quando vi han preso e portati lontano.
Non c'era il conforto di un pianto amico
Né la carezza e l'amore di mamma,
Che vi cantava una ninna nanna.
Siete passati dall'ultimo ponte
senza un saluto, senza un addio,
mentre andavate all'incontro con Dio.
Non avrete neanche una misera fossa
Dove posare le vostre ossa.
Non campi di grano avrete d'intorno
Dove la notte si mischia col giorno.
Neanche una croce, neanche una stele,
ove ascoltare le nostre preghiere.
Nel buio freddo dei nostri ricordi,
quando l'assenza si fa più dura,
vi cercheremo lassù tra le stelle.
E intoneremo canti di gioia
per ricordare le cose più belle.
Rosario Casillo
Vota la poesia: Commenta