Scritta da: Alan Pakistan

Poesia di niente

L'uomo camminava sempre spalle al sole
Macinava kilometri macinava parole
Kilometro dopo kilometro
Parole dopo parole
Sole dopo sole dopo sole dopo sole
Ho udito un uomo che gridava
Gridava al mondo ciò che provava
Ma il mondo passa senza vedere
Non c'è nessuno che lo stia a sentire
Ti porto dentro ovunque vado
Questo non lo puoi cambiare
Ti porto dentro ovunque vado
Non so se puoi capire
Son come vento nella sera
Son come l'alba che è sorpresa dall'arrivo della gente
Poesia di niente
l'uomo stava quasi a cadere
Vuoto intorno vuoto senza fine
Vuoto dentro, vuoto senza ritorno
Cupo ricordo di uno strano giorno
Ho visto l'uomo che gridava
Per una donna che non c'era
Ma il mondo passa senza vedere
Quell'uomo nessuno lo può sentire
Ti porto dentro ovunque vado
Questo non lo puoi cambiare
Ti porto dentro ovunque sono
Non so se puoi capire
Son come pioggia, primavera
Son come un fuoco che galleggia
Sotto la linea della gente
Poesia di niente.
Rauno Riccardo De Pasquale
Composta giovedì 31 ottobre 1996
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di