Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Pietro Colucciello

Poeta, nato mercoledì 23 aprile 1969 a Napoli (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Pietro Colucciello

La vita scorre sui tetti

Ogni mattina quando la Luna
cede il passo al Sole,
l'alba si accende senza
far rumore sul mio davanzale,
e i miei occhi incantanti guardano
il nuovo giorno che nasce sui tetti.
Sotto di essi puoi udire gli uomini
che lentamente si svegliano
dal torpore, dal dolore, dall'amore,
dal sogno e dalla speranza.
I tetti hanno una loro vita
che scorre con forza,
i tetti sono colorati da mille
sfumature chiaroscure,
i tetti a volte sono bagnati da gocce
di rugiada come lacrime,
in questa fredda mattina d'inverno
la brina bianca li tieni uniti come un tutt'uno,
mentre il comignolo inizia a sbuffare
quando sente che il ceppo inizia ad ardere
di un calore che viene dal profondo e senza sosta.
Tutt'intorno il profumo del caffè
riempie i miei sensi,
e poi vengo rapito dalla danza degli uccelli
in cerca di briciole di cibo,
e dal chioccolo del merlo indiano
con il becco arancione
che ogni mattina mi tiene compagnia
tra mille pensieri che affollano la mia mente,
mentre un gatto grigio e gaio rincorre
i suoi amici piccioni in un'unica sinfonia.
È proprio vero che sui tetti
puoi osservare un mondo nuovo,
limpido senza inquietudini e catene
che si rinnova ad ogni singolo affanno,
sui tetti sei libero di poter raggiungere
il tuo desiderio e tutti gli angoli dell'infinito,
sui tetti puoi sederti per riflettere,
puoi ascoltare te stesso, e alla fine puoi scegliere di scendere anche in quell'ultima casa, dove c'è la stanza con lo scrigno più segreto, dove hai riposto la tua anima
e forse un pizzico del tuo cuore malato.
È sui tetti che scorre la tua vera vita.
Pietro Colucciello
Composta sabato 30 gennaio 2021
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Pietro Colucciello

    Cielo

    E mi capita di ritrovarti sempre la sera.
    Quando tutti dormono ed è silenzio.
    Quando ripenso alla giornata trascorsa.
    Quando guardo il cielo e cerco le stelle.
    Quanto ti cerco tra le stelle.
    Perché da quando sei andata via mamma non esistono più notti fredde e buie.
    Perché del mio cielo sei la stella più bella...
    continua mamma.
    Oggi come ieri ad illuminare i miei passi.
    A far luce nel mio cielo.
    Pietro Colucciello
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Pietro Colucciello

      Giù per quel Ponte

      Piove su Genova!
      All'improvviso il vuoto,
      un rumore assordante, il volo,
      il cemento che squarcia la terra e il cielo.
      Quel ponte crolla e con se
      porta giù la speranza di 43 vite.
      Sangue e fango mischiati
      in un solo colore,
      quello della morte.
      Uomo che, senza scrupoli, hai ucciso
      tuo fratello ed hai diviso la tua e la nostra coscienza.
      Dalle macerie una sagoma ancora in vita ci da forza,
      coraggio, come le tante mani che scavano senza sosta e ne paura,
      notte e giorno.
      Genova, quella del mare e della Lanterna, tornerà più forte
      di prima, ed un ponte nuovo unirà, con anima e cuore,
      ciò che ora la crudeltà ha diviso.
      Pietro Colucciello
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Pietro Colucciello

        Nuvole bianche

        Schermo di forme celestiali,
        pascolo di candide creature
        che si muovono inquiete.
        Cavalli dalle aeree criniere che
        rampanti aggrediscono l'azzurro,
        talvolta minacciosi,
        talora portatori ribelli
        di sogni passeggeri.
        Tutto pare svanire
        sull'onda del vento,
        poi tutto torna a ricomporsi,
        nel loro divenire
        di nuvole bianche.
        Pietro Colucciello
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Pietro Colucciello

          A mia madre

          A te che mi hai donato la vita
          e un cuore per amare.
          A te che, in silenzio, hai sofferto
          per ogni mio dolore e pianto
          per ogni mia gioia.
          A te che, con amore e sudore,
          hai dato anche il respiro
          per i tuoi figli.
          A te che hai riscaldato la mia anima
          ad ogni singolo affanno.
          A te che, nell'angoscia e nel sollievo,
          hai stretto forte la mia mano da quando ero
          un bambino impaurito ad oggi
          che sono un uomo pieno
          dei tuoi valori.
          Pietro Colucciello
          Vota la poesia: Commenta