Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Mirko Meneguzzo

Un Icaro dalle ali nere

Prova e riprova
selz e soda,
distende le ali
verso luoghi fatali.

"Fermati!" gli disse
finché a morte non finisse.
Il Sole non amante
lo uccise all'istante.

Assopito giacque
come un sogno, rinacque.
Ricadde e precipitò,
ma stavolta si salvò.

L'anima di fulgido biancore,
divenne con le ore
amico d'inferno
per voto interno.
"Alla Luna e alla notte voltati
da oggi nell'oblio più non perderti."
Mirko Meneguzzo
Composta mercoledì 2 maggio 2012
Vota la poesia: Commenta