Questo sito contribuisce alla audience di

La ruota della morte

Sono neri come la notte
i bambini torturati
ma i loro canti innocenti
i loro occhi e le loro risa
sono uguali a quelli degli altri.
Giocano sotto la pioggia,
sorridono nel vento,
rincorrono farfalle,
si addormentano nei campi...
Il vento della morte soffia nelle miniere
di Kimberley
piangete madri del mondo quei figli uccisi.
Melchior Ntahonkiriye
Vota la poesia: Commenta