Poesie di Massimo Arienti

Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi.

Scritta da: Massimo Arienti

Al mio nemico

Evviva il crogiuolo colmo di metallo fuso che ti verserò sul muso quando nell'aldilà verrò a trovare proprio te.
Perché tu sei atrocemente morto da tanto tempo e probabilmente ti sei scordato di me, io invece no.
Perché quando si muore a ognuno viene dato un ruolo, a te vittima, a me è stato predetto in sogno carnefice di te.
Già sento le urla di tutti i giorni quando verrò da te per darti il tuo tanto.
Ti prego non fare così, lo sai che devi purgare tutto il male che in vita hai voluto fare.
Tutti i giorni la stessa storia, solo per tutta l'eternità.
Griderai, soffrirai, urlerai "Voglio morire! ", ma morire non potrai, perché sei già atrocemente morto da tanto tempo, siiii!
Massimo Arienti
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di