Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Luigi Tobia

Ama come se....

Ama come se la vita
non avesse fine mai,
e ama ancor più il tuo presente
come se di te fosse spasimante;
e se ti cogliesse il dubbio
che quello che hai donato
non sia servito a niente,
non ti sfiori mai l'idea di tirarti indietro,
perché sempre esisterà qualcuno
che di quel tuo dono ne farà ricchezza.
Luigi Tobia
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Luigi Tobia

    Sono divenute aride

    Sono divenute aride le mie parole,
    come granelli di sabbia
    in un deserto di frasi mute,
    che scorrono tra le mie labbra,
    ormai prive del loro lido,
    e il mio cuore,
    annegato tra singhiozzi,
    non riesce neanche
    a sussurrare più il tuo nome.
    Mi manca tanto il tuo pianto,
    la tua lontananza
    il tuo sogno,
    il nostro vaneggiare a lungo
    e il perderci in noi stessi
    per ritrovarci ancora
    con il grande desiderio
    di rimanere per sempre insieme.
    Luigi Tobia
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Luigi Tobia

      Sarebbe bello...

      Sarebbe bello scoprire che,
      di ogni cosa già vissuta da noi stessi
      potesse rimanere il ricordo del passato,
      ed osservare dolcemente,
      che niente di niente
      non potrebbe rimanere,
      se nel proprio cuore
      esistesse già una traccia.
      Ma se di quelle parole,
      spese inutilmente soltanto
      per amare e per dare a lei
      ciò che non hai ricevuto in cambio,
      ti ritornasse un'eco,
      varrebbe ancora piangere frasi?
      Luigi Tobia
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Luigi Tobia

        Portami dove...

        Portami dove l'azzurro
        piange lacrime di luce,
        dove il mare e il vento
        corteggiano con onde melodiose
        la bionda chioma
        del raggiante sole.
        Là dove
        aquile e tortore
        dimorano negli stessi nidi,
        e dove
        nel fiume dell'amore
        immergono i poeti le loro rime.
        Portami
        dove vita e tempo
        non gareggiano più per il primato,
        ma mano nella mano
        vanno insieme verso l'infinito.
        Luigi Tobia
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Luigi Tobia

          Lacrime

          Ci sono lacrime
          che dagli occhi scorrono
          sul viso ed hanno vita breve;
          ce ne sono altre invece,
          quelle più longeve,
          che invisibilmente
          si infiltrano fin dentro il cuore.
          Le lacrime sul viso si perdono
          immemori degli insuccessi
          e solitamente finiscono
          per terra ad alimentare
          i ricordi del passato.
          Quelle sul cuore invece
          vi si ristagnano così a lungo
          creando profondi solchi
          nella nostra vita
          per il rimpianto di tutto ciò
          che non si è vissuto.
          Luigi Tobia
          Vota la poesia: Commenta