Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Lux...infine
Non aver paura
di guardare,
questa
è follia... non
temere
 
l'ignoto  dietro l'angolo
e avanzare
spavaldi.

Talmente consci
del mondo che
nulla più scalda,
brucia,
come solo un riflesso
di luce nel mare
sa
fare, accecante
e lontano...
 
e ti lascia
ancora più solo
e sereno
nella sua ineluttabilità.
 
Ma ancora lo sguardo
curioso e vivace,
di un bambino
che  si addormenta
ogni giorno
vecchio.
 
La sua ricerca
che non trova conclusione,
come ogni vera ricerca.
 
Eppur la testa è alta
e ritta la schiena.

Follia.
Lucia Spath
Vota la poesia: Commenta