Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori poesie di Luca Ferrè

Impiegato, nato mercoledì 1 marzo 1972 a milano (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Luca Ferrè

Dejà vu a Parigi

Navigando
lungo la Senna...

il bateaux Mouche
ci coccolava...

sentivo il ruomore
delle armoniche...

il profumo di Parigi
mi entrava dentro...

mi sentivo
a casa mia...

Come un dejà vu...

si...

in un'altra vita
la mia storia
si è fermata qui...

tra le frasi
di Prèvert...

o ai versi
di Baudellaire...

magari Bohémienne
à Montparnasse...

o combattendo per Napoleone
sugli Champs-Elysèes...

E vorrei tornare
a viverci... un giorno

Con te...

Parigi
è oltre...

Parigi
è parte di me...

Parigi
è più in là...
Luca Ferrè
Composta domenica 20 agosto 2006
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Luca Ferrè

    Attimo infinito

    Viviti quest'attimo...
    l'universo è fermo...
    ascolta questo silenzio...

    solo la sera
    cammina con noi...

    in questo attimo infinito...

    abbracciato alla serata estiva...

    Tutto si può
    nell'azzurro del mare...

    stringiti a me
    ancor di più...

    Adagiamo partiamo...

    Dammi la mano...

    Questi momenti nn scorderai...

    legato a me,
    camminerai...

    aiutami
    a lasciarmi andare...

    non farmi affondare...

    Come foglie nella tempesta
    sembrò di svolazzare via...

    Questa serata rivivrò
    quando cercherò
    di addormentarmi...

    Poi darò luce alla lampada...
    e sarà come morire...

    E vorrà dire morire...
    Luca Ferrè
    Composta mercoledì 20 ottobre 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Luca Ferrè

      L'impronta

      Amo camminare la mattina presto
      dopo che ha nevicato tutta la notte...
      mi piace sentire il rumore della neve
      sotto i piedi.
      vedere il bianco luminoso
      riflettere nel buio del cielo grigio...
      amo essere il primo a farlo...
      mi prende la voglia
      che da bambino
      mi faceva impazzire...
      buttarmi all'indietro
      a braccia aperte
      in quel giardino
      morbido di neve...
      assaggiarla...
      e lasciare
      l'impronta di me...
      Luca Ferrè
      Composta lunedì 6 dicembre 2010
      Vota la poesia: Commenta