Questo sito contribuisce alla audience di

Semi di basilico

Morirò. Prima o poi.

Avrò cura di non lamentarmi
sarò docile con gli eventi,
preparerò con cura il mio
trapasso e accetterò l'inevitabile.

Ma tu, sii gentile, trova
per me, un posto accogliente.

Scegli un angolo con vista,
uno spicchio di giardino al sole
dove a marzo fioriscano le viole
e le rose a maggio profumino:
fai di me concime per fiori.

Prepara la mia casa,
fa' che la terra sia gentile,
che mi scaldi d'inverno e
m'ombreggi d'estate,
fà che di notte, io senta
le cicale d'agosto e a
marzo i gatti in amore.

E poi, in inverno, la neve
come una trina preziosa
ricopra e nasconda i miei peccati,
e d'un bianco spolverar
di zucchero nutra in silenzio, tra
lucertole e vermi in letargo,
il ricordo e un piccolissimo
rimpianto... ma piccolo...

come un seme di basilico.
Loredana Villani
Vota la poesia: Commenta