Questo sito contribuisce alla audience di

In questo grigio pomeriggio

Che voglia di piangere in questo pomeriggio grigio!
Nel suo picchiettare la pioggia parla di te...
Rimorso di sapere che, per mia sola colpa,
mai più, vita mia, mai più di rivedrò!
I miei occhi, nel chiudersi, ti rivedono come se fosse ieri,
tremanti nell'implorare di amarti ancora
ed ora sento nuovamente la tua voce rivolgersi a me,
in questo pomeriggio grigio...

"Vieni", triste, mi dicevi,
"che l'anima mia non può più sopportare questa solitudine!
Vieni! E compatisci questo mio dolore,
perché sono stanca di piangerti, di soffrire e di attenderti
e di parlare sempre sola con il mio cuore!
Vieni... perché io ti amo tanto
e se non verrai io affogherò nel mio stesso pianto!
No! Non può essere che io continui a vivere così
con questo amore inchiodato in me come una maledizione!"

Non seppi comprendere la tua disperazione
e spensierato me ne volai tra le ali d'un altro amore,
che solo e triste, poi, mi ritrovai
quando mi scoprii così lontano e capii il mio inganno!
I miei occhi, nel chiudersi, ti rivedono come se fosse ieri,
tremanti nell'implorare di amarti ancora
ed ora sento nuovamente la tua voce rivolgersi a me
in questo pomeriggio grigio.

(Trad. it da "En esta tarde gris", letras Josè Marìa Contursi, 1941)
José Marìa Contursi
Vota la poesia: Commenta