Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Gloria Corradi

Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi.

Scritta da: Gloria Corradi

Campo dei meli

Nata da una bocca salata
nel campo dei meli
sull'erba rubata
dalla madre di ieri
cammina la figlia dei sensi.
Pensa all'affetto del sole
che veste il sorriso dei sogni.
Non piange sul segno passato,
cammina oltre i frutti caduti.
Qualcuno legava i suoi fianchi
al dolore,
i suoi occhi ad un cieco.
Ma si è innamorata
di un giorno nuovo
ed ha visto il suo cielo.
La madre schiava del tempo
mostra l'accetta ai destino
ad abbatte i suoi meli.
La madre non riesce a vedere
la libertà
al di là dei suoi campi.
La figlia scioglie i suoi fianchi alla terra
ed incontra purezza... tornerà per seminare
un nuovo progetto
per dire che gli occhi e le mani
sono fatti soprattutto di materia felice,
e l'amore non è un grido
o un pianto,
non una mela lasciata cadere,
non è un frutteto abbattuto.
Nasce dalla libertà...
è una madre che regala una figlia al vento
è una figlia che vede la madre ilare i campi.
Gloria Corradi
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Gloria Corradi

    Con te

    Bello, dici tu
    ed io sciolta
    senza difese
    m'abbandono
    felice
    di quei momenti
    eterni
    che un folletto
    ci ha dato in prestito.
    Il mio dono.
    E il cuore
    attraversa limiti
    sul gioco delicato
    di un amore
    leggero
    e rivestito
    di magia.
    Sulla forza
    di una passione
    limpida
    e indescrivibile
    impregnata
    di un cielo stellato
    visto solo con te.
    Gloria Corradi
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Gloria Corradi

      Orizzonti

      Sull'orizzonte indefinito
      di apparente solitudine
      mi commuovo per un sogno prezioso
      pennellato di nulla etereo,
      e dipingo un sentimento invisibile
      con labbra cremose di freschezza
      è tutto qui il mio esistere-amare?
      Con chi far danzare la mia anima?
      Un lampo di luce accarezza il buio
      finalmente i pensieri scompaiono
      e comincio a sentirmi il pennello.
      L'orizzonte ora ha occhi brillanti
      che mi fissano e mi includono
      vale forse la vita un frammento d'amore?
      Ma se l'amore è la vita
      allora le ciglia si asciugano
      sulle note fresche dell'aria
      e guardo nei tuoi occhi liberi
      di guardarmi
      l'orizzonte del tuo essere libero.
      Un apparente viaggio baciato
      da una risata
      che ci unisce.
      Gloria Corradi
      Vota la poesia: Commenta